0%

Test intermedio valutativo

Test intermedio valutativo "Tecniche di assistenza in odontoiatria per pazienti con disabilità"

Corso di formazione per Assistente di Studio Odontoiatrico

The number of attempts remaining is 5

Inserisci i dati e inizia il test

1 / 30

1. Le principali difficoltà che si determinano per i pazienti disabili nel poter avere accesso ad un trattamento odontoiatrico sono maggiormente dipendenti da: 

2 / 30

2. Il consenso informato alle cure vale sia per le prestazioni diagnostiche che per le prestazioni terapeutiche terapeutiche, i farmaci e i prelievi?

3 / 30

3. Nel trattamento parodontale (levigatura radicolare) di un soggetto con sindrome di Down che precauzioni si devono adottare? 

4 / 30

4. In alcuni casi risulta impossibile l’applicazione di protesi mobili a causa dell’incapacità di una corretta gestione della protesi stessa da parte del paziente disabile. 

5 / 30

5. Quali sono i fattori di rischio odontoiatrico per un paziente psicotico?

6 / 30

6. La trisomia del 21 esimo cromosoma provoca nel paziente una disabilità intellettiva.

7 / 30

7. Si definisce agenesia

8 / 30

8. Cosa si intende per ipoacusia? 

9 / 30

9. Il paziente ____________________ necessita di modalità di approccio più diversificate a seconda delle variabili di comportamento e il piano di trattamento dovrà accettare dei compromessi, perché le procedure da applicare non potranno essere particolarmente invasive. 

10 / 30

10. Nel contatto con il paziente con disabilità si deve considerare la tipologia di disabilità e le sue caratteristiche?

11 / 30

11. Nell’effettuare una programmazione terapeutica su un individuo disabile risulta importante anche agire sugli operatori delle strutture di soggiorno e ricovero e sulle famiglie, con motivazione e istruzione per indurre e guidare l’azione di controllo e supporto verso una corretta esecuzione delle convenzionali procedure di igiene orale domiciliare. 

12 / 30

12. Cos’è l’alleanza di cura?

13 / 30

13. L’empatia è?

14 / 30

14. Quali sono le funzioni del sistema stomatognatico? 

15 / 30

15. Il paziente ____________________ usufruisce di un regime ambulatoriale uguale ai pazienti normodotati. Sono possibili prestazioni caratterizzate da una maggiore diversificazione. 

16 / 30

16. Cosa è importante nell’approcciare correttamente il paziente disabile? 

17 / 30

17. Quali sono i pilastri per porre in atto una corretta attività di prevenzione? 

18 / 30

18. Nel trattamento di un soggetto non udente, l’operatore 

19 / 30

19. Quali sono gli obbiettivi principali dell’utilizzo della placca palatina nel neonato con sindrome di Down? 

20 / 30

20. Quali saranno le operatività da eseguire nella fase “pulita” di un intervento per cure odontoiatriche in narcosi su un paziente con disabilità?

21 / 30

21. Il ____________________, si effettua con prodotto antisettico detergente, per una durata di circa 5 minuti; rimuove lo sporco ed elimina quasi del tutto la flora microbica. Inoltre in caso di rottura o in presenza di microfori dei guanti, riduce il rischio di contaminazione del campo operatorio.

22 / 30

22. Quando si può evitare di mantenere il paziente disabile sulla sua sedia a ruote in sede di trattamento odontoiatrico? 

23 / 30

23. In un paziente disabile, è consigliabile programmare delle sedute regolari di ortodonzia in regime di narcosi con intervalli di 4 o 6 settimane tra una seduta e l’altra (intervallo medio tra i normali controlli). 

24 / 30

24. E' importante S istruire i familiari sulle manovre di igiene orale domiciliare più idonee da praticare al soggetto colpito da disabilità?

25 / 30

25. Il ____________________, si effettua con acqua e sapone per una durata di circa un minuto: rimuove lo sporco e riduce solo una parte della flora microbica. 

26 / 30

26. Cos’è l’affollamento terziario? 

27 / 30

27. Quale tra le seguenti patologie non è sufficiente per considerare un paziente come “disabile”? 

28 / 30

28. Relativamente all’approccio terapeutico al paziente affetto da disabilità, qual è la cosa più importante da considerare? 

29 / 30

29. Il ___________________, si effettua con prodotto antisettico-detergente per una durata di circa 2 minuti; rimuove lo sporco, riduce la flora microbica.

30 / 30

30. Da cosa è caratterizzata la II Classe molare di Angle? 

Il tuo punteggio è

0%